Aforismi sul Senso della Vita

aforismi“Credo che la morte, che per noi può sembrare la fine, è il culmine della vita e l’opportunità di attraversare una porta. Probabilmente quando nasce il feto è terrorizzato, sicuramente un bambino che nasce sente che muore, che sta morendo.”

Claudio Naranjo (1932)

“I migliori esseri umani sono caratterizzati dalla consapevolezza del vasto mare della conoscenza che non avremo mai. Solo i peggiori si fissano sulle poche cose che sanno, sopravvalutandole. Ed in genere si rifanno con ferocia sul mondo, usandole come un’arma”
Ignazio Licata (1958)

“Con la morte si spegne il nostro cervello, che è quello che io considero l’anima; dopo la morte non ci siamo più; le nostre molecole, gli atomi che costituivano il nostro corpo sopravviveranno e serviranno a formare altri esseri o semplicemente altri oggetti”
Margherita Hack (1922)

“Il vero male è l’ignoranza, poiché in definitiva noi “siamo” ciò che abbiamo imparato ad essere”
Gabriele Mandel (1924-2010)

“La riflessione è l’appropriazione del nostro sforzo per esistere e del nostro desiderio d’essere, attraverso le opere che testimoniano di questo sforzo e di questo desiderio. Per questo motivo la riflessione è piú di una semplice critica del giudizio morale; anteriormente a ogni critica del giudizio, essa riflette su quell’atto di esistere da noi dispiegato nello sforzo e nel desiderio”
S. Freud (1856-1939)

“La verità era uno specchio che cadendo dal cielo si ruppe. Ciascuno ne prese un pezzo e vedendo riflessa in esso la propria immagine, credette di possedere l’intera verità.”
Mevlana Rumi, Sec. XIII

“Noi creiamo il mondo che percepiamo, non perché non esiste realtà fuori dalla nostra mente, ma perché scegliamo e modifichiamo la realtà che vediamo in modo che si adegui alle nostre convinzioni sul mondo in cui viviamo. Si tratta di una funzione necessaria al nostro adattamento e alla nostra sopravvivenza”
Gregory Bateson (1904-1980)

“Una volta che ti rendi conto che il mondo è una tua proiezione, ne sei libero…”
Nisargadatta Maharaj (1897-1982)

“La vita e la morte confluiscono in uno, e non c’è né evoluzione né destino; soltanto essere”.
Albert Einstein (1879-1955)

“Colui che conosce gli altri è sapiente; colui che conosce se stesso è illuminato.
Colui che vince un altro è potente; colui che vince se stesso è superiore”.
Lao-Tzû (IV o nel V secolo A.C.)

“Se non sai nulla della vita, come puoi pensare di sapere qualcosa della morte?”
Confucio (551-479 a.C.)

“Per quanto una persona possa essere ornata di gioielli, il cuore può tuttavia aver vinto i sensi.
La forma esteriore non costituisce la religione e non tocca la mente”.
Buddha

“La luce è più veloce del suono. Per questo motivo alcune persone sembrano brillanti fino a quando non parlano”
Anonimo

“La mia felicità consiste nel sapere che provengo dal principio, nel contemplare lo yin e lo yang,
nell’osservare il succedersi delle stagioni, l’alternarsi del giorno e della notte, e nel sapere che al principio farò ritorno”.
Chuang-tzu

“Nessuno decide alcun fine, ma i passi che conducono al fine”
Aristotele (384 a.C. – 322)

“Il calunniatore è simile all’uomo che getta polvere contro un altro quando il vento è contrario;
la polvere non fa che ricadere addosso a colui che l’ha gettata.
L’uomo virtuoso non può essere leso e il dolore che l’altro vorrebbe infliggere, ricade su lui stesso”.
Buddha

“La felicità non è fare tutto ciò che si vuole. E’ volere tutto ciò che si fa”
Nietzsche (1844-1900)

“Poca osservazione e molto ragionamento conducono all’errore.
Molta osservazione e poco ragionamento conducono alla verità.”
Alexis Carrel (1873-1944)

“Forse il vero senso della vita è la Morte!”
Anonimo

Firmato: Gemma
Sito web:
Twitter :


Scrivi Anche Tu

Autore: Scrivi Anche Tu

Biografia:

Gruppo di Amici Appassionati di Internet e Tecnologie Varie. Crediamo nella libertà di opinione e che se non si ha nessuno con cui condividere la propria conoscenza è inutile vivere !!!



Contatti

Scrivi La Tua Opinione

*

Immagine CAPTCHA

*