Alimenti nocivi per il cane

cani_alimentazioneLi coccoliamo, li amiamo come parte integrante della nostra famiglia, non sappiamo negargli un bocconcino di ciò che stiamo stuzzicando perchè i loro occhi ti stringono il cuore. Ma purtroppo non ci rendiamo conto che un bocconcino di troppo può essere anche fatale al nostro “fido”.

Infatti in pochi si informano su ciò che può essere davvero nocivo al nostro animale domestico, specie quando avete deciso di unire il loro tradizionale cibo con ciò che mangiate in famiglia e di cui il nostro cagnolone va matto.
La cipolla per esempio può causare problemi gastrointestinali di una certa rilevanza;
I dolci e cioccolato, non vi è cane che non ne sia attratto, può avere effetti deleteri sui nostri cani e, oltre a intossicarli, può portarli alla morte;
Le ossa di ogni tipo possono fare più male che bene e possono provocare vomito, diarrea e danni all’apparato digerente;
Prosciutto e insaccati, per cui i nostri cani impazziscono, oltre ad essere alimenti molto grassi che li farebbero ingrassare, contengono molto sale, il che potrebbe causare seri dolori di stomaco ai cagnoloni e anche la pancreatite;
L’uva che può causare vomito e diarrea.

Nel dettaglio il cioccolato contiene teobromina (una sostanza simile alla caffeina, un eccitante) che se assunta in quantità eccessive può essere pericolosa per i cani. In generale la dose minima di tossicità si aggira intorno ai 46-68 mg di teobromina per libbra (ovvero mezzo chilo). Nello specifico, 1 oncia di cioccolato al latte (ovvero poco più di 28 grammi) contiene 44 mg di teobromina (il limite dunque), mentre 1 oncia di cioccolato fondente 150 mg di sostanza tossica. Sopra queste quantità si è a rischio: pensate che il 50% dei cani che assume più di 114-228 mg di teobromina per libbra va incontro a decesso.
I cani non possono metabolizzare efficacemente la teobromina e la reazione tossica può causare diversi sintomi nel cane. Da lievi a gravi come intensità e sono i seguenti:

– Vomito
– Diarrea
– Frequenza cardiaca accelerata
– Irrequietezza
– Iperattività
– Frequenti pipì
– Spasmi muscolari
– Sintomi neurologici di vario tipo

In generale se ricollegate questi disturbi anche solo al sospetto che il vostro cane abbia mangiato grandi quantità di cioccolato, contattate immediatamente il veterinario.

Recentemente è stato confermato che l’uva e l’uva passa possono causare l’indebolimento renale acuto nei cani. Il meccanismo esatto non è conosciuto, né alcuni mezzi per determinare la predisposizione di un cane specifico. Il cane solitamente vomita alcune ore dopo il consumo e comincia a mostrare i segni di indebolimento renale 3/5 giorni dopo.

Invece è da sottlineare come alcuni cibi che di solito sono necessari e ottimi per il nostro cane, devono assolutamente seguire certe norme:

Uovo una fonte di proteine, specie il tuorlo che è ricco di vitamine e grassi e può essere mangiato anche crudo, mentre il bianco deve assolutamente essere ben cotto per eliminare la sostanza antivitaminica che contiene.
Latte che è un ottimo alimento ma và somministrato con attenzione perchè i cani sono privi di un enzima utilizzato per la digestione del lattosio e possono incorrere in vomito e diarrea.
Riso, Cereali e Pasta chevanno sempre fatti cuocere molto a lungo (stracotti), rilasciano una buona quantità di zuccheri, vanno però lavati dopo la cottura, per privarli dell’amido in modo da renderli più digeribili.
Paneche è ricco di lievito và dato sempre quando è secco e duro, in modo che non si attivi nell’organismo del cane una seconda lievitazione.

Quindi la prossima volta che state per dare da mangiare qualcosa al vostro amato cagnolone, pensate prima alla loro salute e dopo alla vostro senso di colpa per avergli negato qualcosa.

Firmato: Tossico
Sito web:
Twitter :

Tossico

Autore: Tossico

Biografia:

« È la dose che fa il veleno » (Paracelso)



Contatti

Commenti

  1. Lalla dice:

    Ciao vi seguo da molto tempo e scrivete delle cose davvero interessanti e molto veritiere.
    Leggendo questo articolo mi sono sentita in colpa verso il mio povero cagnolino al quale ho sempre dato un pezzo di cioccolato o dell’ uva quando la mangiavo ma ora dopo aver letto questo articolo ho deciso di non dargli più quei cibi.
    Grazie mille per questo utilissimo articolo

Scrivi La Tua Opinione

*

Immagine CAPTCHA

*