Animali vittime della tendenza

harry-potter-e-civettaIn passato per le tartarughe, per il successo dei Ninja. Stessa cosa è capitata dopo il cartone Alla ricerca di Nemo, con un boom di acquisti dei pesci pagliaccio. E ancora, nei giorni seguenti all’uscita del film con Richard Gere, Hachiko a Dog’s Story, vennero registrate migliaia di adozioni di cani razza Akita Inu che non sono adatti al clima europeo ed alla vita da appartamento. Per non parlare dei poveri Dalmata: passata la moda di Crudelia Demon, la «Carica dei 101» è finita purtroppo nei rifugi per cani abbandonati.

Ora è il turno di gufi e civette grazie alla saga di Harry Potter. Infatti è emergenza in Gran Bretagna dove centinaia di gufi sono stati abbandonati dai loro padroni. Ora i volatili rischiano di morire di fame perché non sono abituati a procacciarsi il cibo da soli. E i rifugi non riescono a far fronte al problema.
Senza considerare tutti quelli che vengono liberati in campagna, spesso malati. Il gufo, infatti, ha bisogno di spazio a sufficienza per sbattere le ali almeno cinque volte prima di riposarsi sul trespolo dopo il volo, altrimenti rischia un’infezione toracica. Ma gli esperti del centro si sono imbattuti in una signora che ne costringeva ben due a vivere sul suo comodino, in camera da letto.
Che dire il solito problema che si ripete in tutto il mondo: considerare gli animali come ottimi sostituti dei tradizionali giocattoli senza minimamente pensare che sono esseri viventi e hanno delle esigenze spesso particolari.
La colpa? Dipende, intanto potrebbero scrivere nei film di questo genere, come quando scrivono che ogni riferimento a persone o cose è puramente casuale, ecc., qualcosa che sensibilizzi l’opinione pubblica e i bambini che l’animale in questione non è un giocattolo. Di solito i bambini hanno dimostrato più attenzione dgli adulti.

Firmato: Potter
Sito web:
Twitter :


Non Registrato

Autore: Non Registrato

Biografia:

Utente che non si è registrato ma ha contribuito inserendo questo articolo.



Scrivi La Tua Opinione

*

Immagine CAPTCHA

*