Artigiano «distratto» che evade le tasse

tasse-fisco-evasioneUn sistema semplice ma efficace per eludere i controlli: ai clienti fatturava 100, poi toglieva uno zero e registrava la fattura con l’importo «ridotto» di 10. In questo modo un idraulico cinquantenne di Pescara, titolare di una ditta specializzata in impiantistica, è riuscito a evadere il fisco per cinque anni. Il trucchetto, abilmente applicato a partire dal 2007, è stato svelato dai finanzieri del comando provinciale di Pescara, guidati dal colonnello Mauro Odorisio, i quali hanno denunciato l’artigiano e gli hanno sequestrato tre immobili, una trentina fra conti correnti e titoli ed una Ferrari per la somma complessiva di un milione di euro.

Riducendosi la tassazione di uno zero, ha accumulato una fortuna. Soldi che ha sempre investito a nome dei propri familiari in prodotti finanziari e assicurativi e che forniva a garanzia dei conti correnti dell’azienda perennemente in rosso.

Firmato: surflink
Sito web: http://surflink.altervista.org/
Twitter :


Non Registrato

Autore: Non Registrato

Biografia:

Utente che non si è registrato ma ha contribuito inserendo questo articolo.



Scrivi La Tua Opinione

*

Immagine CAPTCHA

*