Come scegliere i guanti da portiere

guanti-portiere-reusch-keonI portieri da calcio, amatoriali o professionisti che volessero acquistare un paio di guanti, possono ad oggi contare su una vastissima gamma di modelli e marche tra cui scegliere.Così come avviene per le attrezzature sportive più complesse come i tapis roulant motorizzati oppure le cyclette esistono centinai di modelli di tutti i tipi e dai prezzi più svariati. Orientarsi nella scelta spesso può essere complicato, vediamo di seguito quali sono i fattori principali da prendere in considerazione nell’acquisto di questo prodotto.

Il palmo. Questo è sicuramente l’elemento più importante del guanto ed è solitamente realizzato in lattice. La tipologia di lattice determina la qualità del guanto. In particolare il lattice può essere naturale oppure sintetico. A seconda del mix tra i due materiali vengono fuori diversi modelli. Naturalmente maggiore è la percentuale di materiale naturale e maggiore sarà l’elasticità e la qualità del palmo. È anche vero comunque che più il materiale sarà performante e minore sarà la sua resistenza e la durata nel tempo. Esistono, inoltre, varianti appositamente pensate per specifiche condizioni; ad esempio esiste un materiale appositamente ideato per condizioni atmosferiche avverse (pioggia e neve).

Il dorso. Il dorso è un’area fondamentale del guanto poiché ha lo scopo di proteggere la mano. Il dorso, infatti, è la zona della mano maggiormente soggetta a traumi di vario genere. Esistono differenti livelli di protezione: base, media, totale. Nella versione base il dorso è realizzato con uno strato di lattice. La versione media è, invece, realizzata da materiale “ammortizzante”. Infine i guanti con protezione totale prevedono l’utilizzo di stecche protettivo che però impediscono una estensione completa delle dita e quindi limitano parzialmente il movimento.

Le cuciture. Solitamente le cuciture vengono effettuate esternamente al guanto. In questo modo la superficie interna della mano è maggiore. Esistono anche guanti dotati di cuciture interne ma in tal caso la schiuma adesiva viene applicata attorno alle dita

Il polsino. Anche se può sembrare un elemento banale in realtà esistono diverse tipologie di polsino ad esempio aperto da un lato oppure con chiusura a velcro. Esistono inoltre polsini particolari da utilizzare in condizioni di pioggia o di forte umidità nonché polsini appositamente pensati per terreni particolarmente duri.
E’ bene ricordare infine che la durata del guanto dipende dal modello ma anche dalla manutenzione dei materiali. In particolare è consigliabile lavare i guanti con acqua tiepida ed utilizzare esclusivamente sapone neutro.

Firmato: giorgiaminozzi
Sito web:
Twitter :

Autore: giorgiaminozzi

Biografia:

Questo utente non ha ancora fornito nessuna informazione personale!


Contatti

Scrivi La Tua Opinione

*

Immagine CAPTCHA

*