Consigli utili per installare una piscina

001_piscineSe avete deciso di installare una piscina nella vostra abitazione sappiate che la legge al riguardo non è molto chiara. Quasi sempre è sufficiente una dichiarazione di inizio attività (DIA) nonché l’autorizzazione ambientale. In linea di massima comunque bisogna considerare le singole necessità caso per caso in quanto, come già anticipato, l’applicazione delle norme non è univoca; ad esempio può capitare che, all’interno della stessa regione, ogni comune esiga documentazioni e permessi differenti. Per queste ragioni il periodo migliore per acquistare una piscina è l’autunno in quanto l’estate seguente sarà possibile sfruttare la vasca.

Per quanto riguarda il luogo nel quale posizionare la vasca il consiglio è di installarla in uno spazio esposto al sole e lontano da piante o siepi. Nel caso di piscine realizzate in ambienti chiusi non bisogna dimenticare di acquistare un sistema di deumidificazione dell’aria altrimenti c’è il rischio che si formino muffe e incrostazioni. Per quanto riguarda le piscine esterne, invece, è bene creare attorno alla vasca, un’area pavimentata in modo tale che l’erba o la terra non possano entrare in acqua e si abbia la possibilità di pulire con facilità il bordo della piscina. Naturalmente non potrà mancare un tenda da sole per rilassarsi nelle ore più calde. A tal proposito segnaliamo le tende Gibus.

Un aspetto molto importante della piscina è la forma. Solitamente le forme regolari presentano diversi vantaggi sopratutto per la circolazione dell’acqua e l’installazione di eventuali coperture. Viceversa le piscine con forma irregolare o personalizzabili (come per esempio le piscine Castiglione) si possono facilmente integrare nell’ambiente circostante.

Infine per quanto riguarda le tipologie di piscine esistono due modelli principali: le skimmer oppure le piscine con bordo sfioratore. Questi due modelli presentano diverse differenze sia dal punto di vista tecnico che del design. Quelle con sbordo sfioratore hanno sicuramente un impatto estetico maggiore in quanto l’acqua esce oltre il bordo e viene poi raccolta tramite una canala che la conduce fino al filtro.

Le piscine cosiddette a skimmer, invece, sono più facili da realizzare ma hanno un minore impatto visivo. Questi modelli sfruttano delle bocche poste sui lati che consentono l’aspirazione dell’acqua e la successiva filtrazione. Questa soluzione è sicuramente meno complessa ed anche meno costosa.

Firmato: giorgiaminozzi
Sito web: http://www.portalandia.it/homepage.html
Twitter :

Autore: giorgiaminozzi

Biografia:

Questo utente non ha ancora fornito nessuna informazione personale!


Contatti

Scrivi La Tua Opinione

*

Immagine CAPTCHA

*