Difesa dall’influenza con 10 semplici regole

influenza-trasmissioneL’influenza è alle porte e 6 milioni di italiani sono a rischio. Arrossamento degli occhi, bruciore o pesantezza di stomaco, mal di testa, piccoli fastidi capaci però di interferire con lo svolgimento delle nostre attività quotidiane. Si tratta di disturbi lievi o passeggeri, che possiamo affrontare efficacemente anche senza l’intervento del medico e, se necessario, con il consiglio del farmacista. In questi casi si può ricorrere a farmaci chiamati appunto di «automedicazione» o Otc (dall’inglese Over The Counter).

Sono i farmaci vendibili senza ricetta medica perché si sono dimostrati sicuri ed efficaci. Curano stati di raffreddamento e leggere infezioni respiratorie. L’influenza comprende una miriade di forme infettive dovute a molti virus, che solitamente circolano da dicembre a marzo.

Però possiamo anche prevenire questo fastidioso malessere con delle semplici regole stilate dai medici nutrizionisti dell’Osservatorio Nutrizionale Grana Padano mangiando in modo sano per prevenire i malanni della stagione invernale.

– Vitamine e sali minerali consumando almeno 5 porzioni di frutta e verdura fresca al giorno, in particolare agrumi, frutti di bosco, kiwi, peperoni, pomodori, broccoli, cavolo e verza.
– Aglio e cipolla nella preparazione dei cibi. Questi alimenti, infatti, oltre ad essere ricchi di vitamine e sali minerali, hanno proprietà antisettiche, fluidificano ed aiutano ad eliminare il catarro.
– Limone al posto o in aggiunta all’aceto: il limone facilita l’assorbimento del ferro presente in altri alimenti, che a sua volta potenzia le difese naturali contro raffreddore, mal di gola e tosse.
– Spezie che svolgono un’azione vasodilatatrice che favorisce la sudorazione e la conseguente stabilizzazione della temperatura corporea, e in particolare curry, paprica e peperoncino sono fonti naturali di un importante principio attivo antinfiammatorio, l’acido acetilsalicilico.
– Brodo, se è sufficientemente caldo, crea vasodilatazione e quindi beneficio per le vie aeree superiori irritate, creando un effetto fluidificante su muco e catarro.
– Integrare i liquidi e bere dunque acqua e bevande salutari, come l’infuso di rosa canina, che contiene vitamine, zinco, flavonoidi e tannini, oppure tisane tiepide dolcificate con miele.
– Aprire le finestre più volte al giorno per almeno 15 minuti per favorire un buon ricambio di aria, ricordando che il ristagno favorisce la proliferazione batterica. L’umidità dovrebbe assestarsi intorno al 50%-60% perché un microclima troppo secco favorisce l’ingresso nelle vie aeree di germi e batteri.
– Igiene del corpo, lavandosi spesso le mani, e scegliere con cura l’abbigliamento, vestendosi a strati ed evitando capi troppo pesanti, che provocano abbondante sudorazione. Via libera alla lana sulla pelle, che offre un ottimo isolamento termico.
– Fare attenzione agli sbalzi di temperatura, la differenza tra la temperatura interna ed esterna non dovrebbe mai superare 10-15 gradi.
– Evitare i luoghi troppo affollati, dove si moltiplicano le occasioni di contagio.

Mediamente ogni anno sono circa quattro milioni le persone colpite da influenza, mentre le sindromi respiratorie per altri virus e batteri sono abbastanza costanti pari a sei-sette milioni per ogni stagione influenzale. Quest’anno l’influenza sarà caratterizzata da tre virus che potrebbero determinare una stagione vivace da quattro a sei milioni di casi.I virus influenzali e parainfluenzali si trasmettono per via respiratoria (respirando direttamente le goccioline emesse dal malato) che tossisce o starnutisce a poca distanza da noi o per via indiretta tramite un contatto casuale di un oggetto contaminato da goccioline disperse in cui i virus sopravvivono per qualche minuto anche nell’ambiente.


Plasmatica

Autore: Plasmatica

Biografia:

"Se ci tengo a fare qualcosa, non lo chiamo lavoro." (Richard Bach)



Contatti

Scrivi La Tua Opinione

*

Immagine CAPTCHA

*