Il culto del caffè: scopri i segreti del buon espresso

salute-il-caffè-previene-il-tumore-al-fegato

Sappiamo tutti, da bravi italiani, quanto sia importante la realizzazione di un buon caffè, soprattutto ai fini della soddisfazione del cliente.

Oggi il ruolo del bartender, inteso come operatore di bar e caffetterie, è molto richiesto, non solo per la gestione del bancone, ma anche per lo svolgimento di tutte le mansioni inerenti al mestiere di barman. Ecco perché i proprietari dei bar cercano oggi dei baristi che siano dei veri professionisti del mestiere e non barman improvvisati a tempo perso.

IL CULTO DEL CAFFÈ

Ogni chicco di caffè potrebbe avere una storia tutta sua, da quando viene coltivato e raccolto, fino a quando intraprende un viaggio verso la miscela, la tostatura ed infine la macinazione. Il culto del caffè deriva dalla volontà e dalla passione di voler tramandare quest’arte, di generazione in generazione.

Le tipologie di caffè che vengono attualmente coltivate sono principalmente quattro e si differenziano per il gusto, per l’adattabilità ai diversi climi e terreni e per il contenuto di caffeina che possiedono:

Arabica: la pianta è originaria dell’Etiopia, ma poi si diffuse anche nello Yemen, dove si iniziò a fare uso di questa bevanda. La tipologia Coffea arabica ha un minor contenuto di caffeina e rispetto alle altre specie è auto impollinante.
Robusta: è una specie che ha origine in Africa, è molto adattabile ed è per questo anche molto economica. Questo tipo di pianta richiede delle impollinazioni incrociate, per differenziarla facilmente da quella arabica
Liberica: è una delle meno diffuse, originaria della Liberia e coltivata anche in Africa, in Indonesia e nelle Filippine.
Excelsa: è originaria dell’Africa e si sospetta che sia una varietà di quella Liberica.

IL CAFFÈ ESPRESSO

Il caffè espresso, lo dice la parola, è fatto “espressamente”per il cliente che desidera consumare la sua bevanda in tempi brevi. L’espresso fu inventato proprio per accorciare i tempi di realizzazione del caffè, molto lunghi a causa dei metodi impiegati, che causavano la perdita dell’aroma.

L’espresso italiano si ottiene tramite un’oculata miscela di diverse tipologie di caffè. La particolarità di questo processo sta nella possibilità di ottenere l’emulsione degli oli presenti nel caffè macinato.

Questa bevanda straordinaria è un mix di ingegneria, chimica e fisica aromatica, data dall’emulsione degli oli presenti nel caffè, che liberano l’aroma e lo intrappolano attraverso la crema, creando un insieme omogeneo e vellutato, tramite la fusione degli elementi in un’unica essenza.

L’importanza del caffè espresso sta anche nelle sensazioni che rimanda bevendolo, annusandolo e gustandolo. L’espresso è inoltre gradevole da guardare e possiede un profumo talmente intenso da stimolare le percezioni visive, olfattive e gustative.

Se desiderate imparare tutte le conoscenze basi per la preparazione di un buon espresso, occorre partecipare ai diversi corsi di caffetteria, disponibili nelle scuole per barman, presenti sul territorio.

I corsi di caffetteria sono mirati ad insegnare le principali nozioni inerenti al mondo delle caffetterie e della preparazione del caffè:

-le caratteristiche della pianta del caffè
-la classificazione, lo stoccaggio e la selezione dei diversi caffè
-i trattamenti dopo raccolta
-i metodi per la raccolta e la classificazione del caffè
-la macinatura
-il funzionamento della macchina per l’espresso
-la preparazione del caffè espresso perfetto
-le ricette della caffetteria classica

Al termine del corso, il barista avrà acquisito sia le competenze per la riuscita dell’espresso perfetto, sia un attestato formativo, necessario per prestare servizio in un bar.

Firmato: giorgiaminozzi
Sito web: http://www.flairart.it/html/corsi_coffee.html
Twitter :

Autore: giorgiaminozzi

Biografia:

Questo utente non ha ancora fornito nessuna informazione personale!


Contatti

Scrivi La Tua Opinione

*

Immagine CAPTCHA

*