La sepoltura alternativa

diamante-dalle-ceneriDa sempre, alla morte di un caro, il dolore viene accompagnato dal desiderio di avere con sè tutto ciò che rimane della persona che hai amato tanto. Si vorrebbe avere la possibilità di far perdurare nel tempo e nei ricordi l’essenza di ciò che ti ha donato gioia e felicità. Quindi le alternative si riducono al solito rito di tumulazione della salma in un cimitero e, che sia a muro a terra o in una cappella di famiglia, dell’abbandono della salma in un luogo freddo ed inospitale per le nostre menti. Oppure alla cremazione che con tante regole e regolette ha oramai preso piede anche nel nostro paese.

Anche le cerimonie funebri più fastose ed i sepolcri più splendidi non possono evitare la corruzione del corpo. La tomba segna solo il luogo dove è stato deposto il defunto, ma non è Lui.
Dietro la scelta della cremazione ci possono essere motivi molto vari. Ci sono famiglie che per motivi di lavoro cambiano spesso città di residenza, o addirittura devono trasferirsi in Paesi non cristiani; ci possono essere motivi economici, visto il costo dell’affitto di un loculo, o semplicemente il desiderio del defunto di non obbligare moralmente i familiari alla manutenzione della tomba.
Infatti finché è vivo (ed autosufficiente) il superstite, il sepolcro è oggetto di visite e di cura. Ma poi? I figli hanno amato i genitori, ma sono troppo occupati. I nipoti hanno amato i nonni, ma forse non saprebbero nemmeno ritrovarne la tomba. Come è triste un loculo dimenticato, con la lampada spenta e gli ultimi fiori rinseccoliti pendenti da un vasetto asciutto.

Ora si ha una terza alternativa per commemorare e dare lustro alla persona cara: trasformare le ceneri in un diamante da portare con sé.
La novità arriva dalla Svizzera, a cui anche gli italiani da alcuni anni stanno cominciando a ricorrere. Far trasformare il carbonio contenuto nelle ceneri di una persona cara scomparsa in diamante non è un’usanza molto diffusa nel nostro paese ma la pratica si va facendo strada.
Tanto che una delle aziende che a livello internazionale si propone per questo servizio è italiana, Algordanza Italia, che dal 2008 si occupa del trasporto delle ceneri dei defunti nei laboratori svizzeri, dove i diamanti della memoria sono considerati una forma di sepoltura.
A oggi sono alcune decine le persone in Italia che hanno voluto ricorrere a questa soluzione ma ogni anno in Svizzera si trasformano circa mille diamanti della memoria. Le maggiori richieste, secondo quanto riferisce l’azienda, arrivano dal Giappone e, per quanto riguarda l’Europa, da Germania, Austria, Svizzera e Spagna. Il costo dell’operazione non è inarrivabile: varia dai 3.500 euro Iva esclusa per un diamante di un quarto di carato a 13 mila euro per un diamante di un carato.

Un diamante è per sempre… Magari avere l’essenza delle spoglie mortali della persona cara in un gioiello, da portarsi dietro, da ammirare nei giorni più tristi, può confortare un pochino di più dell’avvenuta perdita. Chissà, però è un alternativa migliore del pensiero di essere abbandonati in un luogo freddo per poi essere tumulati in ossari comuni perchè nessuno ha più memoria di chi eri.

Firmato: Dracula
Sito web: http://www.algordanza.it/
Twitter :

Dracula

Autore: Dracula

Biografia:

Questo utente non ha ancora fornito nessuna informazione personale!


Contatti

Scrivi La Tua Opinione

*

Immagine CAPTCHA

*