L’Energia dell’Italia : il Festival

eolico-energia-rinnovabile850 comuni distribuiti in 17 regioni italiane e 33 i capoluoghi di provincia tra cui Napoli, Roma, Milano, Bologna, Palermo e Firenze che parteciperanno al Festival “L’Energia dell’Italia” il 10 e 11 novembre a Roma. L’edizione 2012 sarà strutturata in due giornate, con focus sulla green economy e sulla mentalità imprenditoriale e momenti di formazione personale. Sul sito www.energiadellitalia.it è possibile consultare il programma.

Un festival organizzato da Anter, ideatore di “Un Comune per Amico”, l’Associazione nazionale che tutela le energie rinnovabili per coinvolgere e sensibilizzare le amministrazioni comunali sulle tematiche della sostenibilità e delle energie rinnovabili.

Il mondo è cambiato e il modo di fare le cose anche. Sensibilizzare le persone per un bene comune non basta più: adesso ci vogliono i fatti. Infatti nel resto del mondo si sta creando una competizione tra le varie società per investire sulle energie rinnovabili.

La compagnia russa Rosnano e il Gruppo Virgin del miliardario Richard Branson hanno lanciato un fondo di investimento a Mosca dedicato all’energia verde, con 200 milioni di dollari che saranno investiti in Russia, Turchia ed Est Europa.

Il governo serbo e la società ‘Securum Equity partners & Associates’ hanno siglato l’accordo che dà il via definitivo alla realizzazione nel Paese balcanico del progetto ‘One giga’, destinato a divenire “il più grande parco fotovoltaico nel mondo, due volte più grande dell’equivalente californiano che deteneva il primato fino a oggi”.
Il nuovo parco, riferisce ‘Securum’, sarà realizzato su 3000 ettari di superficie occupata (soli terreni marginali non agricoli), avrà una potenza installata di 1000 MW e una capacità produttiva di 1,15 Terawatt-ora di energia elettrica l’anno.

Questi gli ultimi 2 casi di idee e innovazioni per fare qualcosa in più per tutti. Mentre l’Italia è attualmente fuori traiettoria per raggiungere l’obiettivo nazionale di riduzione dei gas a effetto serra fissato dal protocollo di Kyoto. L’Ue nel suo complesso e quasi tutti i suoi Stati membri individualmente sono in regola, e hanno ridotto complessivamente le proprie emissioni dello 0,5% nel 2011 rispetto al 2010. Lo afferma il rapporto “Tendenze e proiezioni per le emissioni si gas a effetto serra in Europa 2012” .

L’Europa potrebbe ottenere quasi mezzo milione di posti di lavoro in più nel settore energetico entro il 2020 rendendo prioritarie le rinnovabili e l’efficienza energetica, invece di nucleare e fonti fossili. Questo e altri benefici di una rivoluzione energetica verde sono presentati nel rapporto europeo 2012 “Energy [R]evolution” elaborato per conto di Greenpeace ed Erec (European Renewable Energy Council) dal Centro nazionale tedesco per l’aerospazio, l’energia e i trasporti .

Quindi abbiamo solo da guadagnarci migliorando la nostra dedizione alle energie rinnovabili e investendo ora per un futuro migliore senza l’incombere di effetti serra e esaurimento di risorse energetiche. In più la possibilità di creare dei veri e, a tempo indeterminato, posti di lavoro per tantissime persone; senza dimenticare il notevole risparmio di ogni famiglia o azienda.

Firmato: caotikas
Sito web: http://www.anteritalia.org/
Twitter :

caotikas

Autore: caotikas

Biografia:

La miglior cosa per gli uomini di questa terra è non essere nati e non vedere la luce del sole; ma se son nati, allora quanto più presto possibile valicare le porte dell'Ade e giacere profondamente sepolti. Teognide di Megara, Elegie, V sec. a.e.c.



Contatti

Scrivi La Tua Opinione

*

Immagine CAPTCHA

*