Miglior ristorante del mondo: Noma

noma-ristoranteIl tempio della nuova cucina danese, con soli 12 tavoli in un ex magazzino sul fronte del porto di Copenaghen, è anche quest’anno primo nella prestigiosissima classifica S.Pellegrino World’s 50 Best Restaurants, votata, il 19 aprile a Londra, da una giuria di 800 esperti.

Noma, che per la seconda volta si aggiudica il premio come miglior ristorante del mondo, è guidato dallo chef René Redzepi (nato nel 1978) dal 2003 e da tempo riconosciuto come il fondatore della New Nordic Cuisine, tendenza culinaria che ha trasformato Copenaghen in una meta gourmand con ben 10 ristoranti stellati Michelin.
Redzepi si affida completamente alla natura del Nord Europa: dai prodotti, rigorosamente locali e di stagione, ai paesaggi scandinavi fonte di ispirazione per le sue ricette, fino ai contenitori e i ciottoli usati per la presentazione dei piatti.
Si mangiano bacche, erbe, radici, germogli, uova, frutti di mare, pesce. Il talento di René Redzepi sta nell’aver creato una cucina basata sulla generosità della natura, pochi ingredienti sono stati coltivati o allevati, in un luogo che invece appare, a un occhio disattento, molto avaro per via del clima rigido. Le note prevalenti sono l’acido: bacche, frutti acerbi, crème fraîche; e l’amaro: radici, fegato di merluzzo, aghi di pino.
Il premio S.Pellegrino non è l’unico riconoscimento arrivato in questi giorni allo chef: la casa editrice Phaidon Press ha appena realizzato l’edizione italiana di NOMA: tempi e luoghi della cucina nordica. Un volume con oltre 90 ricette create da Redzepi per il menu del Noma, introduzione dell’artista Olafur Eliasson e ben 200 fotografie che illustrano le composizioni dei piatti, gli ingredienti locali, l’atmosfera del ristorante (un ambiente in pietra, legno e ferro inondato di luce) e lo “spirito nordico” che aleggia nella cucina.
Quest’anno la capitale danese lancia anche un nuovo appuntamento per gourmet: il Mad Foodcamp della penisola di Refshaleø. Una due giorni (27 – 28 agosto) all’insegna del cibo di qualità e della New Nordic Cuisine organizzata, guarda caso, da René Redzepi del Noma con Claus Meyer (co-proprietario del ristorante) e la Food Organisation of Denmark.

Il menu degustazione costa circa 200 Euro, l’abbinamento al calice 125. In due 550 Euro, con un po’ di sconto.

Firmato: Materix
Sito web: http://gustosericette.altervista.org/
Twitter :


Jumhanky

Autore: Jumhanky

Biografia:

« La nostra unica speranza è finire la partita! » (Alan Parrish)



Contatti

Scrivi La Tua Opinione

*

Immagine CAPTCHA

*