Ritorna Quentin Tarantino con un film Western

django-unchainedDjango Unchained, questo il titolo del film, può essere facilmente letto come una storia a triangolo, alla maniera di Il buono, il brutto, il cattivo. Il Buono è il dr. King Schultz, cacciatore di taglie antischiavista e antirazzista che decide di aiutare Django a ritrovare sua moglie. Il Brutto non c’è, ma c’è un Negro (sì, con la g), Django appunto, schiavo afroamericano assetato di vendetta. Mentre il Cattivo è Calvin Candie, sorta di ricchissimo e sadico dandy del Mississippi appassionato di lotte all’ultimo sangue tra negri nonché padrone di Broomhilda, sposa di Django. Un “classico” film di vendetta dove un’ inaudita suggestione e potenza estetica, ricco di violenza esplicita, humour nero, scene memorabili e una tale rabbia nei confronti della società schiavista da far quasi pensare che Tarantino sia pure lui, sotto sotto, un vero negro americano.

Spettacolo, azione, elevata ambizione artistica, divertimento, intrattenimento, originalità, tecnica sopraffina, musiche esaltanti, attori grandiosi, rispetto e sconfinato amore per le opere del passato, di serie A o B che siano. C’è tutto e di tutto nell’ultimo film di Quentin Tarantino. Effettivamente, è, più di chiunque altro, il cinema contemporaneo.

I fans di questo regista sanno bene lo stile che adotta per raccontare anche le cose più cruente, infatti anche in questo film ha esorcizzato i drammi storici, tra risate e massacri. Si allinea alla scia di Bastardi senza gloria nell’ambizione di esorcizzare le pagine più buie della storia – lì l’Olocausto, qui lo schiavismo americano – a suon di battute argute, sparatorie spettacolari, iperboli dialettiche e visive.

Oltre alle candidature tecniche (fotografia e montaggio sonoro), Django Unchained vanta la nomination all’Oscar come miglior film e come miglior sceneggiatura originale, per cui ha già vinto un Golden Globe. Se sorprende la mancata candidatura di Tarantino come miglior regia, sciocca, dato lo spessore della performance, la clamorosa assenza di Leonardo DiCaprio come miglior attore non protagonista. Al suo posto, il sempre impeccabile Christoph Waltz.

Buona Visione e Divertimento….

Firmato: desire25
Sito web: http://filmstreamita.altervista.org/22312/django-unchained
Twitter :

desire25

Autore: desire25

Biografia:

A cosa serve una grande profondità di campo se non c'è un'adeguata profondità di sentimento? (Eugene Smith)



Contatti

Scrivi La Tua Opinione

*

Immagine CAPTCHA

*