Se li ri-conosci non perdi tempo.

merdeCome sul tavolo della roulette, dove il fato decide a chi elargire il tanto sospirato benessere economico, molte persone si ritrovano periodicamente a contatto con individui da cui avrebbero dovuto allontanarsi a gambe levate. Il riferimento alla roulette deriva dal fatto che di solito si associano certi eventi alla semplice casualità ma che dire se invece fosse la conseguenza delle nostre azioni oppure molto più realisticamente all’incapacità di distinguere ciò che è buono da ciò che è distruttivo.

Elencare i modi in cui ognuno di noi può rendersi complice di certi personaggi che poi ti usano e ti deludono quando non hanno più bisogno, sarebbe come camminare su un campo minato perchè potrebbero essere travisati argomenti del tipo ” come ti vesti, cosa mangi, che gusti hai…”, quindi è meglio analizzare il riconoscimento di quei personaggi che tangono la nostra esistenza illudendosi di essere sempre i protagonisti del mondo.

Si potrebbe per esempio cominciare dal “parentame” che ha imparato semplici e abusate parole quali “amore, famiglia, rispetto, onestà, senso fraterno, etc..” ma che nella maggior parte dei casi il loro riferimento è circostanziale a singoli “casi” di convenienza.

Continuare con le persone che additiamo come “amici, amici intimi, amici del cuore, etc..” ma che alla fine dei conti nessuno o pochissimi sanno cosa vuol dire amicizia o essere intimi, di solito sono sempre alla ricerca di come passare il tempo per non annoiarsi da una vita che non sanno gestire.

Ma ci sono anche quelle tipologie di “conoscenti, amici degli amici, amici dei parenti, etc..” che ogni tanto portano un pò d’aria fresca nella nostra vita piatta e che di solito sono in molti a etichettarli subito come Amici o probabili Amanti.

Infine tutte quelle persone che nella vita quotidiana cercano di prevaricare il nostro essere per sentirsi vivi oppure per riscattarsi da un esistenza fatta di umiliazioni.

Certo sembra quasi apocalittica la descrizione di una parte della nostra vita, eppure siamo tutti quanti coinvolti nostro malgrado con realtà di questo tipo, dove c’è chi ha imparato a proprie spese a riconoscere certi atteggiamenti e altri che fanno buon viso a cattivo gioco per non essere messi in disparte da ciò che si illudono credere essenziale.

Il problema nasce quando il metro di comparazione che adottiamo per effettuare le nostre misure è vecchio oppure ne abbiamo comprato uno “elastico” per accontentare tutti: ve lo immaginate il vostro sarto che vi confeziona il vestito con questo ultimo metro?
Infatti la maggior parte delle volte siamo noi a cercarci questi personaggi che ti creano tutti gli abiti su misura che vuoi ma che difficilmente sono unici, di solito sono fotocopie di altri “vestiti” confezionati per altrettante vittime.
Ma ci sono anche quelle persone che hanno imparato a riconoscerli e a prescindere dalle loro parole o dai loro vestiti platinati, li fanno giocherellare dando spazio al loro enorme narcisismo. Le fanno illudere di essere quegli “intelligentoni” che tanto amano sottolineare con qualche bella spruzzata di moralismo camuffato da paroloni per non farti vedere quanto vuota è la propria esistenza.

Già perchè alla fine della “buona vità che si sono illusi di avere” non si sono rese conto o non si renderanno mai conto di quanto hanno perso e di quanta “merda” si sono circondati.

Merda che cercano in tutti i modi di liberarsene buttandola a destra e a manca screditando e sparlando quelle persone che, nonstante siano lontane Chilometri, in fondo invidiano e temono, allora si rifugiano nell’uso del deodorante per eccellenza dell’ipocrisia lastricando la loro strada di buone intenzioni ( anche post datate ).
Per poi rilassarsi con delle belle menzogne condite con qualche “spinello” o bicchiere di “alcool” per migliorare la visione di ciò che vedono e non gli piace ma che non sono in grado di avere le “palle” di affrontare.

Ovviamente ognuno di noi può vederci ciò che vuole in queste parole che aderiscono bene a tante tipologie di persone ma è bene sottolineare che vuole essere una piccola guida a chi ha una mente fragile o abusata nel tempo da persone il cui lunico scopo era “sè stessi”.

Ma queste persone hanno in comune una cosa: vogliono sempre ragione e se non l’hanno allora si inventano altri modi per averla perchè non hanno il coraggio ( che dovrebbero insegnare ai figli) di ammettere quanto puzzano di “merda” sennò non saprebbero più dove andare a mangiare la prossima “festa” o passare le prossime “vacanze”.

A quelle persone che sperano di non avere indietro il marcio che hanno sparso addosso alle persone che hanno messo in secondo piano per qualche attimo di “gossip” e che avranno lo stesso spazio che hanno dato. Magari sovrastato da urla e vocioni per non ascoltare le loro grida.

Da parte mia ho sempre fatto molta attenzione a chi ho avuto a fianco provando e testando l’anima e non i vestiti che portava!!! Non tutti lo possono affermare.


Croupier

Autore: Croupier

Biografia:

E ho guardato dentro un'emozione e ci ho visto dentro tanto amore che ho capito perché non si comanda al cuore. (Vasco Rossi)



Contatti

Scrivi La Tua Opinione

*

Immagine CAPTCHA

*