Suicidio: riflessione

Edouard-Manet-suicidioPer suicidio (dal latino suicidium, sui occidio, uccisione di sé stessi) si intende l’atto col quale un individuo si procura volontariamente e consapevolmente la morte.

Il suicidio è il gesto autolesionistico più estremo, tipico in condizioni di grave disagio psichico, particolarmente in persone affette da grave depressione e/o disturbi della personalità di tipo psicotico. Ovviamente essi possono essere determinati da eventi ben pratici, quali delusioni amorose, condizioni di salute o di estetica, condizioni sociali, ecc.

Lo status giuridico del suicidio in diritto italiano è oggetto di dibattito ma, secondo la dottrina dominante, questo è un atto legittimo e comunque non può essere punito (ed infatti non è prevista alcuna sanzione civile o penale nei confronti di chi tenta il suicidio).

Al contrario, vengono puniti gli atti che tentano di influire su una terza persona determinandola al suicidio.

L’articolo 580 del codice penale punisce severamente l’istigazione al suicidio, il rafforzamento del proposito suicida, nonché l’agevolazione in qualsiasi modo del suicidio altrui.

Allora, forse, qualche colpevole si può trovare per tutti i suicidi di questi giorni? O dicendo la “crisi” è tutto OK!!
Credo fortemente che le istituzioni non servono a queste condizioni o devono cambiare ‘stile’ se vogliono aiutare i cittadini.

Firmato: Perplesso 2
Sito web:
Twitter :


Non Registrato

Autore: Non Registrato

Biografia:

Utente che non si è registrato ma ha contribuito inserendo questo articolo.



Scrivi La Tua Opinione

*

Immagine CAPTCHA

*