Un triste spettacolo di propaganda politica

propaganda-politicaLa crisi che uccide, il lavoro che manca, la disoccupazione che cresce, i cittadini stufi delle solite chiacchere che non si reggono nemmeno più sulle speranze di chi ci voleva credere; malessere e insoddisfazione perquote il paese tra proteste e atti di vandalismo, le lotte intestine in ogni partito politico per la corsa ad avere una soffice poltrona sulla quale sedersi.

Trasmissioni televisive che sapientemente si rendono complici di correnti politiche per avere un terreno, in futuro, sul quale camminare; valanghe di esperti finanziari, economi, “politichesi”, giornalisti, ex politici ed “ex” condannati che esprimono pareri.

Non è di certo l’anteprima di qualche film apocalittico a cui Hollywood ci ha abituato, ma soltanto il “frastuono” continuo di questi giorni che rimbomba nella nostra società.
Però come ogni buon film che si rispetti non potevano mancare gli “Eroi”, con tanto di brillantina e muscoli gonfiati a dovere.
Di cosa parliamo? Semplice, del ritorno delle solite chiacchere e della solita propaganda, stavolta gratuita, delle Primarie.

Perchè con un abile iniziativa, hanno organizzato una bella “opera” teatrale con attori protagonisti e antagonisti. Una sferzata di aria fresca, dicono, ma se è già vecchia e mal copiata l’idea delle primarie!!!
I giornalisti e le loro testate oggi titolano che si decide il futuro dell’Italia…. Ma su cosa?… Su alcuni dati controversi e l’incapacità di dare risposte reali a nessuno?
Un “duello” televisivo, hanno avuto il coraggio di dire, ma se uno era la spalla dell’altro. Io personalmente mi sarei aspettato qualche “sputtanamento” su soldi spariti e nessuno ne sa nulla, su stipendi da favola e nessuno fa nulla, sullo stipendio dei politici che non ha riscontro sul benessere del paese, etc…
Alternativa tra vecchio e nuove? Ma hanno capito che le alternative si hanno quando si può scegliere? Come faccio a comprare qualcosa di buono al supermercato se mi propinano la stessa cosa con due nomi diversi?

Invece, continuando sulla scia del “finto” nemico ( infatti l’idea su cui si sono confrontati davvero è che sempre di pubblicità si parla ), continuano a prendere in giro le persone rendendole prima entusiaste di far parte di qualcosa che li accomuna ( un Italia nuova ), per poi convincerli che l’unica strada possibile sia quella delle chiacchere ad oltranza.
Anche le domande fatte, dicono prese a caso, facevano ridere, basta girare in qualche network per rendersi conto del clima di domande a cui li sottoporrebbero i cittadini.

Tra un pò, forse, vedremo il secondo atto con “quelli” della destra che faranno altrettanto avanspettacolo, magari con donnine e reggicalze “vedo non vedo”.

E i nostri garanti opinionisti tacciono! Tacciono perchè nessuno vuole incappare più in querele e multe milionarie dove la magistratura, con abili colpi di ingegno, estrae il coniglio dal capello e di volta in volta, con coincidenza fatalista, scaglia la propria maledizione su questo o quel personaggio.

Eppure non ci sarebbe stato nemmeno il bisogno di riprendere credibilità con barzellette di questo tipo, basterebbe dare risposte sensate ai cittadini cominciando a dar loro la certezza che siamo NOI i veri artefici del loro potere e che siamo NOI quelli a cui devono rivolgersi con tanto di scuse per il maltolto!!!
In un Paese dove è importante avere la prima pagina di un giornale oppure la presenza audio video per mettere a tacere le idee e non si fa nulla per essere credibili sul piano reale in cui vivono i cittadini, non si può arrivare a nulla se non ad una replica del passato!

Aprite la mente, gente!
La domanda da farsi è sempre la stessa: chi ci guadagna? La risposta poi va moltiplicata per tutte le incoerenze di questo paese e avrete il risultato di un equazione semplice: non vogliono cambiare nulla, solo il modo di farvi rincitrullire. Hanno da sempre ciò che li ha portati lì al “potere” perchè mai lo dovrebbero cambiare?

Firmato: Lokutus
Sito web: http://it.wikipedia.org/wiki/Propaganda
Twitter :

Lokutus

Autore: Lokutus

Biografia:

I Borg sono tornati all'attacco con una pericolosissima arma capace di sconvolgere il tessuto stesso del pianeta: la stupidità. Non è fantascienza, la prossima generazione riderà di noi !!!



Contatti

Commenti

  1. Disoccupato dice:

    E mentre Renzi e il suo amico/nemico giocano a fare gli attori e i sindacati a conservare ben saldo il loro posto di parassiti, i disoccupati hanno raggiunto la soglia record di quasi 2,9 milioni di individui.

Scrivi La Tua Opinione

*

Immagine CAPTCHA

*